Sentiero degli Elfi

Image
  • Segnavia: SE
  • Lunghezza: 9 Km
  • Tempo percorrenza: ore 2.15
  • Dislivello: 420 m.
  • Quota massima: 250 m.
  • Percorribile a piedi
Altimetria Percorso
Nel Parco Urbano Archeologico di San Pietro in Carpignano, dal parcheggio seguire la strada interna che passa vicino al ristoro Camilia, e si sale dalla ripida rampa che passa tra un allevamento di capre e una azienda agricola.
Continuando a salire fra roverelle, brughe e bassa vegetazione mediterranea si incontra un appostamento utilizzato per l’avvistamento dei volatili, giunti ad un colletto si nota sulla sinistra una grande pietra chiamata Pria du Pigögiu (pietra del pidocchio) punto di sosta per chiacchiere o scambi di notizie da chi, durante la traversata con le corbette da Legino per la Madonna del Monte veniva a Quiliano o viceversa. È la pietra che sui percorsi medievali di crinale veniva utilizzata come posa per deporre il sacco o le cavagne piene di roba da vendere o barattare.
Si prosegue sul sentiero tra i pini, che sale a raggiungere un secondo punto di sosta denominato Pria du Pigögin, da dove si inizia ad avere una gradevole vista sul territorio circostante. Sempre proseguendo in prossimità del crinale si incontra un bivio da prendere a sinistra che gira intorno al Bric Maggiolo, riscende per intercettare una carrareccia che porta alla località Passeggi, dove si trova una piccola casa, forse un antico teccio. Il percorso prosegue sempre sulla stessa sterrata, arrivando a connettersi con la strada asfaltata di Madonna del Monte che si percorre per poche decine di metri, fino a riprendere un sentiero molto vegetato e piacevole, che nella parte finale scende ripidamente nell'impluvio del Rio Madonna del Monte.
Si risale e si compie un tratto comune con il percorso di andata, adesso il sentiero svolta a sinistra e percorre una parte più depressa. Si sconfina di poco nel Comune di Savona e con un percorso di sali e scendi di passa a fianco di un ripetitore delle telecomunicazioni, facendo poi ritorno al Parco in Carpignano, scendendo però sulla sinistra che porta alla Chiesa di San Pietro tra cipressi centenari e scavi archeologici.

Mappa